Equipe Medicina Estetica Metodo del sondino senza sondino
5 250
equipemedicinaestetica 1
equipemedicinaestetica 2
 
 
equipemedicinaestetica 3
equipemedicinaestetica 4
equipemedicinaestetica 5
equipemedicinaestetica 6 equipemedicinaestetica 7
equipemedicinaestetica 8
equipemedicinaestetica 9
equipemedicinaestetica 10
equipemedicinaestetica 11 EQUIPE
equipemedicinaestetica 12 Medicina Estetica
equipemedicinaestetica 13 equipemedicinaestetica 14
equipemedicinaestetica 15
equipemedicinaestetica 18 equipemedicinaestetica 16
 
equipemedicinaestetica 17
 
equipemedicinaestetica 19
 
equipemedicinaestetica 20
equipemedicinaestetica 21
 
equipemedicinaestetica 22
 
 
equipemedicinaestetica 23
Staff
Galleria
Partners
Chiedi al medico
Contatti
 
equipemedicinaestetica 24
 
 
Home
equipemedicinaestetica 29
equipemedicinaestetica left menu Direttore medico prof. Giulio Iasonna

Chiamaci gratis:

CHIAMACI GRATIS AL NUMERO VERDE!

800 08 09 55
equipemedicinaestetica 25
no sale

Attenzione!

Tornate a visitarci a breve.
E' in arrivo una nuova e interessante promozione!


PRENOTA UNA VISITA   CONSULENZA

Biorivitalizzazione Viso

Per prenotare una visita o consulenza riempite gli spazi e sarete ricontattati dalla segreteria




* Campi obbligatori

biorivitalizzazione - photo 1

 

CHE COS’è

La Biorivitalizzazione della pelle è uno dei trattamenti viso più conosciuto ed efficace. È una procedura mediante la quale si effettuano le  iniezioni intradermiche dell’acido ialuronico non modificato di origine non animale. Lo scopo è di mantenere e/o ricostruire la fisiologica concentrazione di tutte le diverse componenti strutturali del derma. La pelle si nutre da dentro, capta dal circolo ematico capillare del derma i suoi principi di rigenerazione fisiologica. La biorivitalizzazione non fa altro che integrare questo processo fisiologico, allorché la senescenza riduce le capacità fisiologiche della cute. La biorivitalizzazione ci permette di nutrire la nostra pelle mantenendola, ricostituirla nelle sue componenti essenziali  per mantenerla in pieno benessere e quindi giovane e bella in maniera fisiologica.

 

biorivitalizazione - photo 2

INVECCHIAMENTO CUTANEO

La cute del volto è perennemente esposta alla azione degli agenti esterni, e quindi maggiormente coinvolta da  processi degenerativi. Con l'età, il contenuto di acido ialuronico naturale (responsabile del tono, elasticità e la densità della pelle giovane) nelle cellule del corpo viene notevolmente ridotto. Come risultato, la nostra pelle diventa più sottile, diminuisce anche la barriera protettiva della cute. Già a trent’anni iniziano spesso ad apparire le prime leggere rughe, dette “linee di espressione”, dovute all'impoverimento delle strutture portanti del derma (collagene, elastina e acido ialuronico). Dai quaranta in poi, il collagene e l’elastina, che supportano l’epidermide, iniziano a diminuire in modo significativo. Le linee d’espressione e rughe diventano marcate e la disidratazione della pelle accentua le rughe esistenti. Sulla labbra appare il ”codice a barre”, il mento diviene pendente flaccido e rugoso. Si ha una perdita del tono e del volume. Nel viso in particolare si perde quel turgore e quella caratteristica forma degli zigomi che via via diventano sempre più depressi e “sgonfi”. Le rughe si fanno sempre più profonde e marcate, le guance tendono a cadere verso il basso.


INDICAZIONI DELLA BIORIVITALIZZAZIONE

  • diminuzione dell’elasticità, del tono, del turgore della pelle, come risultato del processo di invecchiamento, o di eccessiva esposizione al sole, o di un peeling molto aggressivo, ecc.;

  • pelle disidratata;

  • come processo di preparazione prima della plasty contorno;

  • pelle flaccida;

  • pelle con piccole rughe;

  • pelle di carnagione malsana, affaticata, per esempio, nelle persone che fanno frequenti e prolungati viaggi aerei;

  • come trattamento per aumentare l'effetto in combinazione con laserterapia, resurfacing.
     

COME SI SVOLGE LA SEDUTA

Il primo incontro è costituito da una visita specialistica per definire il protocollo  più adatto per il caso in esame, e poi dallo svolgimento del trattamento Biorivitalizzazione.

Attraverso iniezioni con piccoli aghi l’acido ialuronico, le vitamine vanno a nutrire e a dare uno stimolo alla rigenerazione epiteliale. Il loro impiego ha l’obiettivo di:

• stimolare il metabolismo cellulare e il rinnovamento cellulare del derma e dell’epidermide

• contrastare l’attacco dei radicali liberi (veri killer delle nostre cellule)

• idratare, nutrire il tessuto

• rendere la cute più tonica e compatta.

 

L’acido ialuronico in particolare è in grado di richiamare acqua che, oltre a donare turgore, permette di trasportare le vitamine alle cellule del derma che verranno nutrite.

 

SUBITO DOPO IL TRATTAMENTO

Subito dopo le iniezioni si formeranno dei piccoli pomfi cutanei che scompariranno senza lasciare tracce nel giro di 2-3 ore.

 

QUANTE SEDUTE SONO NECESSARIE

Il trattamento  va ripetuto ogni 2-3 settimane.

Il numero di sedute necessarie è di circa 4 - 6, ma già dalla 2° seduta si inizieranno ad avere risultati visibili.

 

QUALI SONO I RISULTATI

 Via via che vengono effettuate le sedute, la cute non sarà più atrofica e secca, ma diventerà sempre più morbida e giovane, di un colorito vivace e fresco. Lo zigomo apparirà più alto e giovanile migliorando la forma e la consistenza, le piccole rughe si attenueranno.

 Il maggior spessore cutaneo permetterà anche di migliorare le aree affette da couperose a causa di neoangiogenesi.

I  risultati di questo trattamento viso vengono di gran lunga migliorati effettuando trattamenti di  peeling chimico. In questo modo gli acidi contenuti nel peeling rimuovono gli strati più danneggiati della pelle e stimolano il turn-over cellulare, le vitamine forniranno gli elementi necessari per la nuova crescita.

equipemedicinaestetica notizie 1 equipemedicinaestetica notizie 2 equipemedicinaestetica notizie 3
equipemedicinaestetica notizie 4

NOTIZIE

I Cereali fanno male?

2017-03-08

Oggi si dibatte molto sulla considerazione che le farine dei cereali facciano male, tanto più se contengono glutine. In realtà si fa di tutt erba un fascio, parlando di allergia, intolleranza, celiachia, ipersensibilità, obesità, ecc., le cose non stanno proprio in questi termini. Siamo già intervenuti su questo argomento, cercando di fare chiarezza sulla terminologia, scientifica e pseudoscientifica, in uso e sulla patologia digestiva che eventualmente questi alimenti comportano. Ma vi è qualcosa da precisare..

Leggi tutto...

equipemedicinaestetica notizie 4
equipemedicinaestetica notizie 5 equipemedicinaestetica notizie 6
equipemedicinaestetica promo 1 equipemedicinaestetica promo 2 equipemedicinaestetica promo 3
equipemedicinaestetica promo 4

PROMOZIONI

equipemedicinaestetica promo 1
equipemedicinaestetica 26 equipemedicinaestetica 27 equipemedicinaestetica 28
 


 
 
equipemedicinaestetica footer 1
 
equipemedicinaestetica footer 2
equipemedicinaestetica footer 3
 
equipemedicinaestetica footer 4
 
equipemedicinaestetica footer 5
equipemedicinaestetica footer 6
equipemedicinaestetica footer 7
 
equipemedicinaestetica footer 8
equipemedicinaestetica footer 9
equipemedicinaestetica footer 10  
equipemedicinaestetica footer 11
equipemedicinaestetica footer 12
equipemedicinaestetica footer 13
 
equipemedicinaestetica footer 14
equipemedicinaestetica footer 15
 
 
 
equipemedicinaestetica footer 16